Chi Siamo

È il 2012 quando Mauro Cagnazzo inaugura, in Via Morante, il nostro primo punto vendita. Inizia così una storia fatta di passione e competenza, orientata a fare di una piccola realtà un importante punto di riferimento per la città di Leverano. Una storia dalla base solida e dalla crescita inarrestabile, attenta ai progressi scientifici e allo sviluppo tecnologico. Direzione di ogni piccolo e grande passo, da sempre, i nostri clienti. Nel corso degli anni, siamo diventati il caposaldo per chiunque cerchi un ottico qualificato e affidabile, consulenze specializzate e una vasta gamma di prodotti di alta qualità made in Italy per occhiali e lenti a contatto.

OTTICA CAGNAZZO ..PER VEDERE MEGLIO LA REALTA'.

ALCUNI DEI NOSTRI SERVIZI

ORTOCHERATOLOGIA

L’ortocheratologia è una tecnica non chirurgica con cui è possibile correggere un difetto di vista attraverso l’applicazione programmata di lenti a contatto. Questa tecnica consiste nell’applicazione di lenti rigide gas permeabili(RGP) con una conformazione particolare, detta a geometria inversa, per modificare la forma della cornea a scopo ottico. Le lenti per ortocheratologia notturna sono fatte con materiali estremamente permeabili all’ossigeno e si portano solo mentre si dorme: in questo modo producono una riduzione temporanea del difetto di vista cambiando la forma della superficie della cornea, che possiede un certo grado di plasticità. Quando la lente è sull’occhio si vede bene come una lente convenzionale; quando al mattino la lente viene rimossa, la cornea mantiene la sua forma modificata e si continua a vedere bene ad occhio nudo per tutto il giorno, senza occhiali e senza lenti a contatto. Dopo un primo periodo di adattamento, la visione nitida ad occhio nudo dura fino a sera. Rimettendo le lenti ogni notte si mantiene un effetto stabile nel tempo. Questo trattamento è completamente reversibile: se si desidera interrompere l’uso di queste lenti, è sufficiente un breve periodo di sospensione perchè la cornea ritorni alla sua forma originaria. Se si sceglie di sottoporsi a questo trattamento è necessario eseguire alcuni test preliminari. Prima di tutto si deve verificare lo stato di salute dell’occhio. Poi è necessario eseguire una mappa della cornea. Per questo esame viene utilizzato uno strumento chiamato topofrafo corneale. Così come una carta topografica della superficie terrestre è in grado di mostrare pianure, valli e colline di una particolare area geografica, allo stesso modo la mappa topografica della cornea è in grado di rappresentare nel dettaglio la forma e le caratteristiche ottiche della cornea. I dati di curvatura e dimensione della cornea, uniti a quelli del difetto refrattivo saranno poi utilizzati per scegliere la lente a contatto da ortocheratologia più adatta per modellare in modo preciso la cornea. Nel momento in cui vengono consegnate le lenti a contatto, sarà spiegato anche come metterle, toglierle, pulirle e conservarle. Verrà quindi fissato un appuntamento di controllo per valutare l’applicazione dopo la prima notte di uso. Il giorno dopo la prima notte il contattologo valuterà l’applicazione delle lenti, controllerà la vista ed eseguirà una nuova topografia corneale. Nel primo periodo sarà controllato lo stato della cornea e l’efficacia del trattamento. In alcuni casi è necessario aggiustare le lenti per migliorare i risultati. CHE RISULTATI PUOI OTTENERE? L’ortocheratologia può produrre risultati in un tempo sorprendentemente breve. I tempi per ottenere il risultato finale sono però individuali e variano da persona a persona. I fattori che possono influire sulla rapidità con cui si ottiene il risultato sono: -Il difetto refrattivo da correggere. -La rigidità della cornea. -La qualità e la quantità del film lacrimale. -Le esigenze personali e le aspettative. È da sottolineare che per mantenere la stabilità dei risultati è necessario portare le lenti tutte le notti, anche se in alcuni casi si può arrivare a portare le lenti solo una volta ogni due o tre notti. Questa variabilità è dovuta alla diversa flessibilità di ciascuna cornea.

FAQ

D: CHI È UN BUON CANDIDATO ALL’ORTOCHERATOLOGIA?

R: L’ortocheratologia può corregere la miopia, l’impermetropia e l’astigmastismo. Idealmente , la prescrizione dovrebbe essere compresa in un intervallo fra +3,00 e -6,00 diottrie, con un astigmatismo non troppo elevato. Chi non riesce a portare le lenti a contatto per qualsiasi ragione(fastidio, allergie, scomodità, occhio secco, ecc…) può essere ugualmente un buon candidato per l’ortocheratologia , poiché queste lenti sono facili da portare mentre si dorme. L’uso notturno riduce di molto i fastidi tipici delle lenti convenzionali. Possono beneficiare dell’ortocheratologia piloti, agenti delle forze dell’ordine, militari, vigili del fuoco, genitori di bambini piccoli, bagnini e molti altri.

D:PERCHE’ I BAMBINI SONO BUONI CANDIDATI ALL’ORTOCHERATOLOGIA?

R: Non vi sono limiti di età per questo metodo di correzione. Anche bambini e adolescenti possono essere buoni candidati, purchè non presentino controindicazioni alle lenti a contatto. L’ortocheratologia è particolarmente indicata nella fase in cui si osserva una progressione miopica, perchè recenti studi scientifici controllati hanno dimostrato un certo effetto dell’ortocheratologia nel rallentare l’aumento della miopia. Inoltre i ragazzi sono buoni candidati specialmente se hanno la tendenza a perdere o rompere gli occhiali, a portare le lenti a contatto, oppure se questi mezzi correttivi limitano in qualche modo le loro attività.

D: IL MODELLAMENTO DELLA CORNEA E’ PERMANENTE?

R: Se si portano le lenti quando prescritto, la visione rimane buona e stabile fino a sera. Alcuni pazienti possono portare le lenti anche non tutte le notti e mantenere ugualmente una buona visione. Comunque se si smette di portare le lenti mentre si dorme, la visione ritorna alla sua condizione originale.

D: E’ UN TRATTAMENTO SICURO?

R: L’ORTOCHERATOLOGIA è un trattamento sicuro. I rischi non sono superiori a quelli legati all’uso di qualsiasi altro tipo di lente a contatto. I rischi possono essere minimizzati rispettando le regole di un’accurata disinfezione e manutenzione delle lenti e il programma delle visite di controllo.